Chi sono

SaraeRafael

Mi chiamo Sara Bassot e sono di origini altoatesine, per la precisazione, della Val Badia. Fin da bambina, quindi sono cresciuta attorniata innanzitutto dalla bellezza delle “mie” amate Dolomiti, ma anche da un ambiente principalmente turistico. Benché non possedessimo un albergo in famiglia (strano, vero?), ho potuto osservare come col passare del tempo e dell’evoluzione migliorativa, gli Hotel diventavano sempre più “lussuosi” ed arricchivano i loro servizi ai clienti. Prima o poi si sentivano voci che il tal albergo stava ristrutturando e avrebbe messo il reparto wellness, con immancabili saune ed idromassaggio e inoltre, a seconda degli spazi e degli obbiettivi, l’ambiente si diversificava di struttura in struttura. Ci passavano tutti.

Io però, non abitandoci dentro in uno di quegli alberghi, e passando le nostre vacanze infantili nel vicino Adriatico, di saune non ne avevo mai provate. Ne avevo sentito parlare da mio papà, che in un attimo di passione (o follia?) avrebbe voluto trasformare la nostra cantina in sauna “domestica”, prontamente fermato da mia mamma che non ne volle sapere di dover pulire e prendersi cura anche di quello (aveva già una casa bella grande da seguire).

Appena da adulta scoprii con grandissimo entusiasmo il mondo delle saune, e lo feci in quei centri altoatesini che abbinano la piscina a tutta una serie di saune di svariati tipi (mica ne esiste solo una, eh?), di bagni turchi, di lettini da riposo, di gettate di vapore, docce emozionali, bagni gelati, percorsi Kneipp, secchi pieni di ghiaccio ecc. ecc.

Me ne innamorai e mi fermava giusto il budget, visto che l’ingresso costa più di una semplice entrata in piscina ed è comprensibile e assolutamente giustificato. Se la mia carta di credito fosse ben rimpolpata forse passerei almeno 4 fine settimana all’anno in un super lussuoso Resort Wellness. Rimane un sogno, che spero presto anche di trasformare in obbiettivo e lo auguro a tutti quelli che amano questo ambiente. Ma il wellness e le spa non è sempre solo sinonimo di lusso. Ci sono anche possibilità alla portata di tutti, persino di famiglie numerose o che comunque devono farsi bene i conti prima di spendere per le vacanze.

Ricercando ho scoperto anche che in Italia questo “mondo” è davvero ancora poco conosciuto, specialmente considerando tutta la famiglia. Se in Svezia si fa la sauna come in Italia si fa una doccia, qui sulla nostra penisola sembra che sia prerogativa solamente di coppiette che si vogliono godere un paio di giorni di relax, a curare i loro corpi, sciogliendo tensioni e non preoccupandosi più del “mondo là fuori” per la durata del soggiorno oppure qualche singolo che si estranea in cerca di totale relax oppure ancora di qualche gruppo di amiche che festeggiano giornate speciali o madre-figlia (ma sempre adulte) per la festa della mamma, ad esempio.

Quando vedo una famiglia in un centro saune, generalmente è straniera, almeno almeno austriaca o più nordica ancora. E sono bellissimi. Mamma, papà e qualche pargoletto (sì, generalmente più di uno) a prendersi cura di loro, tutti insieme. I centri termali fanno un’eccezione nella conoscenza e frequenza e conoscenza. Innanzitutto sono molto diffusi in Italia e sono anche molto ben visti dai medici e dai pediatri che con i benefici terapeutici documentati, spesso inviano i loro pazienti proprio per una motivazione di salute. Io penso sia una buonissima giustificazione per unire l’utile al piacere.

Perché ho creato questo blog?

Nel mio lavoro di counselor olistico e formatrice di tecniche di benessere e crescita personale mi occupo appunto di questo: facilitare e indicare vie per stare meglio, nel corpo, nella mente e nello spirito, individualmente e in relazione agli altri. Mi occupo con grande piacere anche di educazione amorevole e consapevole sopratutto, innanzitutto perché io stessa sono mamma (di Raffael e Lujanta) e quindi ho sempre posto attenzione a scegliere consapevolmente il modo in cui volevo educarli e soprattutto il perché e lo condivido in libri, seminari, coachings, video.

Il progetto FamilySPA è nato in collaborazione con un’amica, Paola, che ha progettato e realizzato questo sito lanciato nel web nell’autunno del 2014. La nascita di mia figlia Lujanta ha fermato un po’ il tutto per qualche annetto, ma l’intento rimane:

Il blog familyspa.it si propone di diventare un punto di riferimento per tutte le famiglie che desiderano trovare una SPA, un albergo wellness o un centro termale dove i bambini siano ben accetti e i loro bisogni soddisfatti. Un obbiettivo che verrà realizzato via via che verranno scoperte e recensite possibilità di vivere il wellness in famiglia.

 

CONTATTI:

info@familyspa.it